Hanmudo per “Soluzioni di Arresto”

Postato il Aggiornato il

E’ stato pubblicato un interessante articolo dalla Federazione Usa di Taiho Jutsu, sulle tecniche di arresto utilizzate ed utilizzabili dalle forze di polizia e le arti marziali. L’articolista, Steven J. Kaplan, nel fare un excursus sugli stili coreani, si sofferma in particolare sull’Han Mu Do.

Steven. J Kaplan, ha iniziato la sua avventuara marziale nel 1966, frequentando un corso di difesa personale. Ha praticato, fino a diventarne uno dei massimi istruttori, il giapponese Taiho Jutsu. Insegna Taiho Jutsu nelle scuole, nelle accademie e in corsi aperti al pubblico, ma anche personalizzati per forze dell’ordine e di polizia.

Pubblichiamo l’articolo tradotto in italiano (sotto la foto nell’originale inglese), con un pizzico di orgoglio e gioia: innanzitutto perché non è facile incontrare maestri di stili giapponesi che conoscono stili coreani (la dominazione giapponese sulla penisola coreana è stata davvero opprimente e ancora oggi ne è vivo il ricordo); ma soprattutto non è davvero quotidiano incontrare un Maestro di uno stile marziale che è pronto ad esaltare uno stile diverso.

Quando si menzionano tecniche di arresto e di controllo, specialmente quando si parla di tattiche di polizia, un’associazione naturale porterebbe al JuJutsu o Taiho-Jutsu, ad Aiki-JuJutsu o Aikido, tutte arti marziali giapponesi. Alcuni possono fare una connessione con la miriade di stili “americani” trovati oggi (con sistemi pochi riconducibili a radici orientali). Raramente le persone associano le arti marziali coreane ad arresti e bloccaggi, arti che generalmente prevedono calci alti e movimenti elaborati, come spesso si vedono nei vari media. Tuttavia, ci sono alcune arti coreane che non solo hanno tecniche di arresto e controllo come parte della loro attività, ma hanno anche corsi di tattica di polizia specializzata.
Le storie dei sistemi coreani di arti marziali sono, a questo autore, molto più complicate e confuse rispetto ai loro omologhi giapponesi. Fortunatamente, per gli scopi di questo articolo, questi dettagli del singolo stile particolare non sono rilevanti. Ciò che scopriremo quando guardiamo le arti principali che contengono queste tecniche è che tutti hanno un filo storico comune. Quasi tutti gli stili coreani che vediamo oggi hanno le loro radici nei sistemi antichi di arti di combattimento, le cui principali tecniche senza armi erano i calci. Alcuni storici indicano un forte legame cinese a questi stili, altri dicono che sono stati più influenzati dalle tecniche provenienti da Okinawa e, più tardi, “coreanizzate” per soddisfare le loro esigenze nazionali e culturali. Tuttavia, indipendentemente dalle origini, non fu prima che le arti coreane avessero toccato Daito-ryu Aiki-JuJutsu, che le tecniche di arresto e di controllo fossero incorporati negli stili stessi.
Gli stili più noti e più consolidati che contengono queste tecniche sono Hwa Rang Do, Kuk Sool Won, Hapkido, Hanmudo e Chong Do Mu Sool Won. Tutti questi sistemi includono tecniche con leve, colpi, blocchi, proiezioni, attacchi, punti di pressione e meridiani per ferire o curare (Nota: non tutte le scuole di Hapkido hanno proiezioni come parte dei loro insegnamenti). All’occhio non addestrato, sarebbe stato premuroso non solo distinguere tra i diversi stili, ma identificare ciascuno per nome. Ciò che piuttosto si vuole fare con questo procedimento è vedere la loro applicabilità pratica alle tattiche della polizia.

Si può dire che una leva articolare è una leva articolare. Tuttavia, la chiave sta nel come si è entrati e ciò che accompagna la tecnica. Tutti i sistemi citati utilizzano movimenti circolari, insieme ai principi di reindirizzamento della forza e mescolano e si uniscono alla forza dell’aggressore. Tuttavia, ció avviene accompagnando (chiudendo, ndr) l’arresto nella maggior parte degli stili con tecniche “dure”, ad esempio un pugno o un calcio, alcuni alti, alcuni bassi. Mentre questo, in quasi tutti i casi, sottometterebbe un attaccante, il suo utilizzo in una situazione di arresto sicuramente porterebbe più azioni legali che medaglie. L’uso improprio di tecniche di bloccaggio finiti con colpi di attacco è appropriato per le arti marziali, ma non per le tattiche di polizia. Una sola eccezione è data dall’Hanmudo. Stilisticamente, l’approccio alle tecniche è “più morbido”. Un bloccaggio con leva articolare nell’ Hapkido può essere seguita da un movimento rapido in avanti o da un attacco, laddove con l’ Hanmudo un movimento di tiro verso il basso sarebbe il più tipico proseguimento dell’azione impiegato. Tale azione non solo evita le accuse di forza eccessiva (la maggior parte delle volte), ma si concentra maggiormente sul controllo e sull’arresto dopo la tecnica articolare stessa. Nel Chong Do Mu Sool Won, le tecniche delle leve vengono combinate con i punti di pressione. Ciò consente un migliore posizionamento del corpo per il controllo.

Per coloro che desiderino imparare alcuni di questi metodi, una parola di cautela è d’ordine. Ci sono molti stilisti coreani che insegnano sistemi coreani dove, storicamente, arresti e bloccaggi non sono parte dello stile stesso. Come nel caso di molti ryu e istruttori giapponesi, specialmente a partire dalla moda del MMA, le credenziali dovrebbero essere attentamente verificate. Un ufficiale non può accontentarsi di tecniche “improvvisate”, o quelle che possono essere state autoapprese da un istruttore. Un problema che si può incontrare è trovare un istruttore che sia disposto a insegnare solo sezioni selezionate della sua arte. Questo scrittore ricorda di aver chiesto a un insegnante di Hapkido di farlo, e fu detto che nessuno avrebbe insegnato solo una parte dell’arte. Bisogna iscriversi per l’intero corso. Ero un istruttore esperto in quel momento, e non faceva alcuna differenza. Tuttavia, se un ufficiale è curioso, disposto, ed è in grado di trovare un istruttore che glielo insegnerà, lo stile di tali arresti e bloccaggi potrebbe rivelarsi un valido complemento alla sua conoscenza.

articolo hanmudo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...